2002
Foto della premiazione PDF Stampa E-mail

  • Foto della premiazione
  • Foto della premiazione
  • Foto della premiazione
  • Foto della premiazione
  • Foto della premiazione
  • Foto della premiazione

Totale immagini: 14
CLICCA sulle immagini per sfogliarle tutte

 
Premio “Città di Cava” PDF Stampa E-mail

Premio “Città di Cava”
continua il dialogo tra gli artisti

La lettura delle opere iscritte al “Premio Città di Cava” ci rivela l’esistenza di un universo di individui che credono ancora nel dialogo. Di individui che –superati i pudori- mostrano la parte più segreta di se stessi, svelando le speranze, le ansie, le sconfitte, i sussulti, le gioie.
L’esame delle opere in gara, da doveroso adempimento del mio ruolo di presidente della giuria, diventa in tal modo un’esperienza forte che mi regala momenti di riflessione su temi universali dei sentimenti e della coscienza, troppo spesso in secondo piano rispetto alle incombenze della quotidianità.
E realizzo che in fondo dobbiamo ai poeti ed agli scrittori se riusciamo a recuperare i sentimenti ed i valori che caratterizzano la nostra umanità. Essi, infatti, raccontandosi, danno ad altri la possibilità di ritrovarsi nel loro sentire, di riflettersi nelle loro esperienze che, in tal modo, assumono valenza universale.
Un mondo quello letterario in cui ciascuno, pagina dopo pagina, ritrova o scopre pezzi di se stesso; un mondo in cui ciascuno può scegliere di volta in volta i temi o i generi che desidera; un mondo che unisce gli individui, accomunandoli in un medesimo sentire.
Plaudiamo per tale motivo alle iniziative tese alla diffusione della lettura; tra esse una piccola parte è svolta anche dal centro l’Iride che –sulle orme della sua fondatrice -Ernesta Alfano- dona i volumi e le opere in gara alle varie biblioteche presenti nel territorio provinciale.
In questa diciannovesima edizione del Concorso, la sezione che ha visto il maggior numero di partecipanti è stata –come è ormai consuetudine- quella dedicata alla poesia in lingua italiana, con oltre 300 opere. Poeti di ogni età e sesso ci hanno donato una parte di sé, raccontandoci sensazioni, sentimenti, scorci di vita. 
La poesia in vernacolo regionale ci ha trasportato dai campi assolati della Sicilia e della Calabria, alle azzurre trasparenze del mare della costa tirrenica, alla purezza ventosa del paesaggio ligure, fino alle verdeggianti colline del Veneto e ci fatto viaggiare nel tempo, riaccendendo ricordi di usanze scomparse. 
La narrativa, infine, ci ha fatto zigzagare tra il passato ed il futuro, tra la fantasia e la cronaca, su temi storici, sociali e politici. Abbiamo rivissuto eventi storici importanti, ma abbiamo anche appreso di inedite vicende “minori”, ma altrettanto significative nel dipanarsi corale della storia dell’umanità.

Leggi tutto...